• Casino Hold’em: La Versione Per Casinò Del Poker Texano

    Il Texas Hold’em è diventato da diversi anni la variante del poker più popolare e giocata al mondo. Negli ultimi tempi si stanno diffondendo nuove versioni del classico poker texano, che in molti casi puntano su velocità e ritmo per coinvolgere maggiormente il giocatore. Il Casinò Hold’em è una delle più importanti e recenti evoluzioni ad alta velocità del Texas Hold’em: lo scopo del gioco è quello di battere il dealer, cercando di realizzare la migliore mano possibile.

    La differenza più importante tra Casino Hold’em e Texas Hold’em è che nel primo si gioca contro il banco invece che contro gli altri giocatori. L’obiettivo e le metodologie di vittoria restano gli stessi: chi compone la migliore mano di cinque carte sulle sette disponibili vince il piatto. I player mettono un ante per poter giocare, una puntata principale e una eventuale puntata bonus e ricevono, alla pari del dealer, due hole cards. Come nel gioco classico vengono poi girate tre carte comuni – il flop – con l’opzione di proseguire fino al river.

    Il dealer piazza poi la sua puntata e sta ai giocatori decidere se passare abbandonando le puntate effettuate o rimanere nel gioco e vedere le carte comuni che rimangono. Una volta girate le tutte carte, sarà la mano migliore a vincere. Se il banco non ha una mano pari o superiore a una coppia di 4, tutti i giocatori che non hanno passato in precedenza vincono, senza tener conto delle carte che hanno: una regola davvero originale, che dà la possibilità ai giocatori di elaborare nuove strategie di gioco.

    Source: pixabay.com

     

    Al tavolo di Hold’em Casino non c’è nessun limite al numero di giocatori che possono partecipare. Ognuno di loro occuperà un posto e cercherà di battere il dealer realizzando la miglior mano possibile, nella combinazione tra le sue carte e quelle uguali per tutti. Molto intrigante è l’opzione di aggiungere alcune puntate bonus pagabili alle fine della prima mano, dopo il flop, se sono presenti coppie d’assi o combinazioni migliori.

    In questa disciplina si utilizza un mazzo standard di 52 carte – in cui vengono esclusi i Jolly – che vengono mischiate al termine di ogni partita. Per poter partecipare a una mano il giocatore dovrà puntare una somma iniziale (ante) o in alternativa fare puntate bonus.

    Dopo la puntata iniziale il dealer distribuisce due carte scoperte al player e due carte coperte al banco prima di piazzare al centro del tavolo le tre carte comunitarie: proprio come nel poker classico in versione Texas Hold’em.

    Terminato il primo giro, ogni partecipante vedrà visualizzata sullo schermo la propria combinazione di carte e avrà la possibilità di decidere se continuare a puntare o abbandonare perdendo tutte le puntate fatte in precedenza. Anche nel caso in cui il giocatore abbandoni, può continuare a seguire lo svolgimento della partita, pur non potendo intervenire attivamente.

    Per prendere la decisione di vedere o lasciare viene stabilito un tempo preciso. Se il giocatore lo lascia scadere perde in automatico tutte le sue puntate e deve aspettare il round successivo per rientrare. Nel Casino Hold’em il tempo è importante: le decisioni devono essere rapide per tenere alto il ritmo di gioco!

    Terminato l’intervallo di tempo della decisione il dealer scopre al centro del tavolo le altre due carte comunitarie – il Turn e il River – e mostra la sua mano a tutti. Vincerà chi realizza la miglior combinazione utilizzando cinque delle sette carte in gioco.

    Come detto in precedenza, il dealer deve avere almeno una coppia di 4 per potersi qualificare. In caso contrario il giocatore vince automaticamente, indipendentemente dal valore della sua mano: in questa situazione la puntata ante viene pagata – in base alla tabella stabilita per i pagamenti – e quella principale viene restituita al player.

    Se giocatore e banco chiudono il round con la stessa mano si tratta di all in: non vince nessuno e al giocatore vengono restituite entrambe le puntate. Se invece la combinazione è la stessa vincerà chi ha la carta di valore più alto: tre re battono tre regine e tre jack per esempio, in una scala vince chi parte dalla carta più alta ecc. In caso di ulteriore parità tra dealer e giocatore sarà il Kicker – la carta più alta fuori dalla combinazione vincente – a determinare il vincitore della mano.

    Velocità, regole semplici e innovative fanno del Casino Hold’em una delle alternative più coinvolgenti al classico poker texano. Interessanti le possibilità di vittoria: il ritorno teorico per i partecipanti a questo gioco è del 97,84% e del 93,74% per il Bonus.